Blue Flower

Così come richiesto dall’art 4 della legge 4/2013, AISA pubblica sul proprio sito web gli elementi informativi che presentano utilità per il consumatore.

Per facilitare l’accesso a tali informazioni, anche secondo criteri di trasparenza, correttezza, veridicità, si riporta la sintesi degli elementi informativi richiesti dall’art 5 legge 4/2013 ed i richiami alle diverse pagine del sito dell’Associazione contenenti nel dettaglio i contenuti richiesti.

 

Documenti Istituzionali

Atto Costitutivo AISA Scarica  
Statuto AISA Scarica (In approvazione)
Regolamento AISA Scarica (In approvazione)
Codice Etico e Deontologico AISA Scarica (In approvazione)
Elenco Soci AISA Scarica  

Si comunica che, a seguito di espressa richiesta da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, ai fini dell’inserimento dell’Associazione nell’elenco delle associazioni professionali di cui alla Legge 4 del 2013, sono in corso modifiche ai sopraelencati Documenti Istituzionali. Tali modifiche saranno approvate dalla prossima Assemblea dei Soci.

 

Il Socio Laureato Esperto AISA

Il Socio Laureato Esperto, formato ad esercitare la professione, viene denominato “Esperto Ambientale Aisa”.

L’Esperto Ambientale,nella sua conoscenza del territorio, deve avere una formazione multidisciplinare che lo renda capace di comprendere i differenti ecosistemi e geosistemi ambientali nonché essere in grado di elaborare ed applicare sistemi di gestione, analisi, valutazione e controllo dei vari comparti ambientali quali ambiente marino, terrestre, atmosferico, fluviale, lacustre, di transizione etc.

L’ Esperto ambientale deve:

  • essere in grado di analizzare, controllare e gestire realtà ambientali complesse;
  • avere una solida preparazione culturale a indirizzo sistemico rivolta all'ambiente e una buona padronanza del metodo scientifico;
  • avere la capacità di individuare, valutare e gestire le interazioni tra le componenti dei sistemie tra i diversi fattori che determinano processi e problemi ambientali;
  • conoscere e saper sviluppare metodi e tecniche d'indagine del territorio e di analisi dei dati,che permettano anche l'integrazione a differente scala;
  • conoscere le metodologie e utilizzare le tecnologie di prevenzione, di disinquinamento ebonifica, nonché per la protezione dell'uomo e dell'ambiente;
  • essere in grado di svolgere la direzione dei lavori di determinati piani e progetti di ambito ambientale;
  • saper affrontare i problemi legati al monitoraggio, controllo e gestione dell'ambiente e del territorio, valutati secondo i criteri della sostenibilità e dell'etica ambientale;
  • avere competenze per la valutazione delle risorse e degli impatti ambientali, anche attraversola formulazione di modelli e l'impiego di strumenti concettuali e metodologici fornitidall'economia, dal diritto e dalla pianificazione ambientale;
  • svolgere attività di negoziatore/comunicatore, educatore ambientale;
  • prestare consulenza tecnico/scientifica negli ambiti di:
    • gestione e conservazione delle aree protette;
    • gestione integrata della fascia costiera;
    • pianificazione dello spazio marittimo;
    • studi e gestione dei bacini idrografici, dei sistemi rurali, agrarie e ambientali.
    • autorizzazioni e certificazioni ambientali;
    • sistemi volontari di certificazione;
    • cicli di vita dei prodotti ;
    • gestione di siti contaminati, bonifica e ripristino ambientale;
    • gestione rifiuti;
    • risparmio energetico.

Colui che, all’interno di AISA, intende avvalersi della qualifica di “Esperto Ambientale” deve aver maturato esperienza professionale negli ambiti di cui all’art. 6 del presente Regolamento, oltre a dimostrare di avere capacità professionale in almeno uno o più settori di attività precedentemente elencati.

In particolare, il candidato può chiedere la valutazione alla qualifica di:

  • Esperto Ambientale AISA – Sez. A: colui che ha conseguito una laurea quinquennale ed ha maturato almeno 5 anni di esperienza professionale.
  • Esperto Ambientale AISA – Sez. B: colui che ha conseguito una laurea triennale ed ha maturato almeno 5 anni di esperienza professionale;

Il laureato quinquennale che non abbia ancora maturato i 5 anni di esperienza può iscriversi alla qualifica di Esperto Ambientale Sez.B fino alla maturazione degli anni di esperienza necessari per il raggiungimento del successivo livello.

L’attestazione dei servizi prestati dal professionista e delle competenze dell’Esperto Ambientale avviene attraverso una procedura, che prevede la valutazione dei requisiti e delle capacità professionali attraverso l’esame del book professionale, del curriculum vitae ed un colloquio da svolgersi ad personam o via telematica.

La richiesta di iscrizione o di passaggio di categoria viene valutata da una commissione ad hoc nominata dal Presidente Nazionale e composta da 3 (tre) membri, scelti tra i componenti del Consiglio Direttivo, del Comitato Scientifico, da altri Soci Laureati Esperti o tra professionisti esterni all’associazione e docenti universitari, selezionati in modo da privilegiare una equa distribuzione di appartenenza e di competenze. La Commissione nomina al suo interno un Presidente di Commissione. La Commissione si riunisce periodicamente su iniziativa del Presidente Nazionale e può esprimere parere favorevole o non favorevole. Se il parere è favorevole la Commissione stabilisce la categoria di appartenenza del socio, se non ha elementi sufficienti può chiedere un’integrazione alla documentazione. La richiesta, a discrezione della Commissione, è respinta se nello stesso anno il soggetto è iscritto ad altra associazione di Esperti Ambientali.

Tutti i Soci Laureati Esperti hanno l’obbligo di dimostrare il mantenimento dei requisiti professionali che hanno determinato la loro iscrizione all’Associazione, e hanno l’obbligo di partecipare ad attività di formazione professionale.

Al fine del mantenimento dei requisiti professionali l’Esperto Ambientale AISA ogni 3 (tre) anni ha l’obbligo di presentare, in forma sintetica, uno specifico Book Professionale sui lavori svolti, nonché dimostrare di aver sostenuto attività di formazione continua per almeno 24 (ventiquattro) ore negli ambiti di cui all’art. 6 del presente Regolamento e/o in materie specifiche relative al proprio settore professionale, attraverso corsi, seminari, convegni, master, ecc., anche in qualità di docente.

La valutazione del mantenimento dei requisiti professionali richiesti viene effettuata da una commissione costituita secondo gli stessi criteri della commissione di cui sopra.

L’attestazione di qualità e qualificazione professionale dei servizi di AISA non è un esame, ma ha lo scopo di valutare in modo trasparente le capacità professionali dichiarate dal socio. L’Associazione rilascia una documentazione che attesti la regolare iscrizione del professionista nonché il possesso dei requisiti dello stesso per il mantenimento della qualifica di “Esperto Ambientale AISA” (come titolo di studio, esperienza professionale curriculare, aggiornamento professionale obbligatorio, rispetto del Codice Deontologico), al fine di dimostrare la “qualità”, la competenza e la qualificazione del professionista. A tal proposito l'Associazione garantisce, inoltre, la pubblicità circa la competenza e la formazione riconosciuta ai propri soci, secondo quanto stabilito dalla Legge 4/13, e ne rilascia le attestazioni per gli usi consentiti dalla Legge.